Home » Innovation Manager: chi è e cosa fa in azienda

Innovation Manager: chi è e cosa fa in azienda

Indice.

Quando è il caso di fare entrare in campo l’innovation manager in un’azienda? In questo articolo mi rivolgo a CEO, imprenditori, imprenditrici o manager, che sentono il bisogno di portare innovazione nella loro attività. Rientri tra queste figure? Probabilmente hai una visione, ma stai incontrando difficoltà ad attuarla. Oppure le cose non stanno andando come dovrebbero, i disagi stanno aumentando e senti che è giunto il momento di un cambio di rotta repentino. Trovarsi in questa situazione può essere frustrante e una figura qualificata come quella di cui parlo oggi può fare la differenza.  

Innovation manager, un po’ di storia

La figura dell’innovation manager nasce negli Stati Uniti negli anni ‘80, in un contesto di crescente competizione globale e di rapidi cambiamenti tecnologici. In questo periodo storico le aziende americane iniziano a riconoscere l’importanza dell’innovazione nel mantenimento della loro competitività e in risposta alle nuove esigenze del mercato.

Il primo a utilizzare questa definizione fu Peter Drucker, il padre della moderna management theory. Drucker sosteneva che l’innovazione fosse una funzione essenziale per le aziende e che dovesse essere gestita in modo professionale. Negli anni ‘90, il ruolo di innovation manager si diffonde anche in Europa e in Italia.

Nel nostro Paese viene riconosciuto ufficialmente dal Ministero dello Sviluppo Economico nel 2017 (e chi scrive è un Innovation Manager regolarmente iscritto all’albo del Ministero dal 2023).

Trovarsi in questa situazione può essere frustrante. In questi casi, è il momento di fare entrare in campo una figura che può fare la differenza: l’Innovation Manager.

Si tratta di un professionista che può trasformare la tua visione in realtà, e che può essere il motore del cambiamento quando tutto sembra stagnare.

L’Innovation Manager è la punta di lancia della tua squadra, la persona che si getta nell’ignoto del mercato, che naviga le onde del cambiamento con velocità e destrezza.

La sua missione? Impostare un’azienda che sia veloce, che lavori sul “Business as usual” con KPI chiari e al contempo sia pronta ad orientarsi al “Change the Business” con gli OKR. Vediamo cosa significa, e come.

Chi è un innovation manager?

Questa figura professionale si distingue da altre affini per la capacità peculiare di promuovere e gestire l’innovazione all’interno di un’impresa. Il suo obiettivo è quello di facilitare l’individuazione di nuove opportunità di business, lo sviluppo di nuove tecnologie e il miglioramento dei processi produttivi. Le sue principali responsabilità includono:

  • la definizione della strategia di innovazione dell’azienda;
  • la gestione del processo di innovazione;
  • la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie;
  • la collaborazione con altre aziende e istituzioni.

Cosa può fare un innovation manager?

Questo professionista è in grado di trasformare la tua visione in realtà e di fare da motore del cambiamento quando tutto sembra stagnare.

Lo si può considerare come la punta della lancia della tua squadra, la persona che si getta nell’ignoto del mercato, che naviga le onde del cambiamento con velocità e destrezza. La sua missione? Impostare un’azienda che sia veloce, che lavori sul “business as usual” con KPI chiari e al contempo sia pronta a orientarsi al “change the business” con strumenti come gli OKR.

Vediamo cosa significa e come si realizza tutto ciò.

Manager dell’innovazione, 5 problemi che può risolvere

Ecco alcuni dei problemi a cui l’innovation manager risponde:

  • la sfida di restare con un modello di business competitivo che abbraccia il digitale
  • aiutarti a comprendere come adottare la tecnologia per generare valore
  • come migliorare i modelli organizzati e l’organizzazione delle persone
  • impostare una strategia per migliorare i prodotti e i servizi

Tramite l’innovation management si può rispondere a questi problemi sviluppando nuove strategie, migliorando i processi di produzione e creando nuovi prodotti e servizi grazie al mix di competenze in mano al manager e alle conoscenza che l’azienda ha del proprio mercato e settore.

Sperimentazione e riduzione del rischio

Sai cosa rende un innovation manager così speciale? La sua capacità di organizzare la sperimentazione. Egli comprende che l’innovazione è un viaggio, non una destinazione. E come in ogni viaggio, ci sono rischi.

Ma un manager dell’innovazione efficiente utilizza la sperimentazione e un metodo scientifico per abbassare il rischio d’impresa, non per alzarlo. Lavora nell’ottica di trasformare il rischio in opportunità.

La sperimentazione è come una bussola che indica la direzione da seguire quando tutto sembra incerto. È un modo per esplorare nuove idee, testare ipotesi, capire cosa funziona e cosa no. E alla fine, è ciò che permette all’innovation management di trovare il sentiero che conduce all’innovazione.

Due esempi pratici

Esempio per Azienda di Servizi

Un’azienda di servizi, specializzata in consulenza finanziaria, si trova di fronte a una sfida importante: la necessità di integrare tecnologie innovative per offrire consulenze personalizzate e predittive ai propri clienti. Tuttavia, la direzione è incerta su come procedere senza perdere l’approccio personalizzato che ha sempre caratterizzato il servizio.

L’Innovation Manager inizia con un’analisi approfondita del modello di business attuale e delle esigenze dei clienti.

Ad esempio potrebbe riconosce che l’azienda ha un’eccellente competenza nel campo finanziario, ma necessita di un salto qualitativo nell’uso dei dati e delle tecnologie digitali.

A quel punto potrebbe creare un progetto e una proposta con cui:

  1. Introduce sistemi di analisi predittiva basati su intelligenza artificiale per analizzare i dati dei clienti e fornire consulenze personalizzate.
  2. Collabora con il team IT per sviluppare un’applicazione mobile che permetta ai clienti di avere accesso a consulenze finanziarie in tempo reale.
  3. Implementa sessioni di formazione per il personale, incentrate sull’uso di queste nuove tecnologie, garantendo che l’approccio personalizzato non venga perso.

L’adozione di queste innovazioni porta a un incremento significativo della soddisfazione dei clienti, che ora beneficiano di consulenze più precise e tempestive, e un aumento dell’efficienza operativa per l’azienda.

Esempio per Azienda Artigiana

Una piccola azienda artigiana che produce ceramiche decorative e utensili si trova ad affrontare la crescente concorrenza di prodotti industriali a basso costo. Nonostante la qualità superiore dei suoi prodotti, l’azienda fatica a raggiungere nuovi mercati.

L’Innovation Manager conduce un’analisi dettagliata del processo produttivo e delle strategie di marketing attuali. Scopre che, mentre la qualità artigianale è ineguagliabile, c’è una mancanza di innovazione nel design e nella promozione dei prodotti.

A quel punto tra le varie proposte, obiettivi e possibili soluzione decide insieme al management che:

  1. Introduce nuovi strumenti di design assistito da computer per modernizzare i prodotti pur mantenendo l’artigianalità.
  2. Stabilisce collaborazioni con designer locali per creare linee di prodotti che coniughino tradizione e modernità.
  3. Sviluppa una strategia di marketing digitale, inclusa la creazione di un e-commerce e l’uso dei social media per raggiungere un pubblico più ampio.

Queste iniziative portano a un rinnovato interesse per i prodotti dell’azienda, con un aumento delle vendite sia sul mercato locale sia online. L’integrazione di elementi moderni nel design e nelle strategie di marketing aiuta l’azienda a distinguersi nel mercato, preservando al contempo la sua identità artigiana.

Vuoi portare una strategia di innovazione nella tua azienda? Parliamone.

Percorsi innovativi proposti dall’innovation manager

L’Innovation Manager, per affrontare le sfide specifiche dell’azienda, adotta una strategia focalizzata sulla trasformazione interna e esterna attraverso pratiche e framework innovativi. Questi includono:

  1. Exploration ed Exploitation:
    • Exploration: Investigare opportunità emergenti attraverso la sperimentazione di nuovi modelli di business, prodotti o servizi. Questo potrebbe comportare la collaborazione con startup o l’adozione di nuove tecnologie emergenti.
    • Exploitation: Ottimizzare le operazioni e i prodotti esistenti. Ciò implica perfezionare i processi di produzione o migliorare i prodotti correnti per massimizzare l’efficienza e la qualità.
  2. Innovazione Incrementale e Radicale:
    • Incrementale: Apportare miglioramenti continui ai prodotti e ai servizi esistenti, basandosi sul feedback dei clienti e sulle analisi del mercato.
    • Radicale: Introdurre cambiamenti rivoluzionari o nuovi prodotti che possono trasformare il mercato o creare nuovi segmenti di mercato.
  3. Lean Startup e Prototipazione Rapida:
    • Implementare il metodo della Lean Startup per sviluppare nuovi prodotti o servizi, che implica costruire una versione minima del prodotto (MVP), testarlo rapidamente nel mercato, apprendere dai risultati, e iterare.
  4. Design Thinking:
    • Adottare un approccio di design thinking per comprendere profondamente i bisogni e le aspettative dei clienti, generando soluzioni innovative che risolvano problemi reali.
  5. Metodo degli Obiettivi e Risultati Chiave (OKR):
    • Definire obiettivi (O) chiari e misurabili, con associati Risultati Chiave (KR) come indicatori specifici di performance.
    • Monitorare continuamente i progressi verso questi obiettivi, utilizzando i KR come guide per le decisioni strategiche e operative.
    • Revisionare periodicamente gli obiettivi per garantire l’allineamento con le esigenze aziendali e del mercato, adattando la strategia dove necessario.

Questi approcci consentono all’Innovation Manager di guidare l’azienda attraverso un percorso di innovazione bilanciato, che valorizza sia le opportunità emergenti sia i punti di forza esistenti, sempre con un occhio attento ai risultati misurabili e all’efficacia delle strategie adottate.

Innovazione aziendale per rimanere rilevanti nel mercato

Questi sono solo alcuni dei modi in cui un innovation manager potrebbe guidare l’innovazione nella tua azienda. Con il suo aiuto, avrai la possibilità di rimanere competitivo nel mercato moderno.

Ricorda, l’innovazione non è un’opzione ma una necessità per rimanere rilevanti nel mercato odierno. Con una figura professionale specializzata al tuo fianco, potrai trasformare le tue ambizioni in realtà, offrendo ai tuoi clienti prodotti e servizi innovativi e di alta qualità in modo efficiente e sostenibile.

Ti piace quello che stai leggendo?
Il meglio lo trovi sulla newsletter. Iscriviti.

Innovazione aziendale, perché ce n’è bisogno

Adattarsi ai Cambiamenti del Mercato

Il mercato è in costante evoluzione, e le PMI che non si aggiornano rischiano di rimanere indietro. Secondo uno studio di McKinsey, circa l’84% delle PMI che adottano l’innovazione riportano un incremento significativo nella loro quota di mercato. Innovare consente alle aziende di rimanere competitive, rispondendo in modo agile ai cambiamenti e alle esigenze dei clienti.

Sfruttare Opportunità Tecnologiche

L’avanzamento tecnologico offre nuove opportunità per migliorare l’efficienza e ridurre i costi. Un report del MIT indica che le aziende che integrano le nuove tecnologie aumentano la loro produttività del 35%. L’innovazione tecnologica non è solo un vantaggio competitivo, ma una necessità per mantenere l’efficienza operativa.

Diversificazione del Rischio

La diversificazione attraverso l’innovazione è un efficace metodo per ridurre i rischi aziendali. Investire in nuovi prodotti, servizi o mercati può proteggere l’azienda dalle fluttuazioni di un singolo segmento. La Harvard Business Review sostiene che la diversificazione attraverso l’innovazione può ridurre la vulnerabilità dell’azienda del 30%.

Incremento del Valore Aziendale

L’innovazione è un potente motore di crescita del valore aziendale. Le imprese innovative tendono a mostrare tassi di crescita e rendimenti degli investimenti superiori. Secondo un’analisi di Deloitte, le aziende che mantengono un impegno costante nell’innovazione vedono un aumento medio del loro valore di mercato del 40% rispetto ai concorrenti meno innovativi.

Attenzione alla Sostenibilità e Responsabilità Sociale

L’innovazione permette alle aziende di adottare pratiche sostenibili e responsabili, un aspetto sempre più valutato dai consumatori e dagli stakeholder. Il Global Innovation Index evidenzia che le aziende che incorporano l’innovazione sostenibile migliorano la loro immagine pubblica e la fedeltà dei clienti, influenzando positivamente i loro risultati finanziari.

Come posso aiutarti

Ora, immagina come sarebbe la tua azienda con il professionista di cui ti ho parlato al suo interno. Immagina di sentire l’energia del cambiamento diffondersi tra i tuoi collaboratori e di vedere i risultati migliorare man mano che l’innovazione prende il sopravvento.

Se senti che è il momento di cambiare, è il momento di agire. L’innovation management può essere la chiave per sbloccare il futuro della tua impresa, portando nuova energia, idee e risultati.

Sarebbe un piacere per me condividere le mie competenze e aiutarti a capire come posso portare valore alla tua azienda. Non importa se vuoi solo avere un confronto o se hai bisogno di consigli concreti, sono a tua disposizione per ascoltare le sfide che hai in mente e a fornirti gli strumenti per affrontarle.

Condividilo!

Contattami.

Leggo ogni email che ricevo con la dovuta attenzione e rispondo entro 24 ore cercando di essere quanto più esaustivo possibile. Scrivimi.